Comune di Galzignano Terme

Museo/Monumento

VILLA BARBARIGO

Descrizione
Villa Barbarigo Pizzoni Ardemani ed il suo imponente e ricco giardino si trovano a Valsanzibio (frazione di Galzignano Terme). Essi sono il frutto dei progetti iniziati dal nobile veneziano Francesco Zuane Barbarigo (1600) e successivamente ereditati dal figlio Gregorio. Gregorio, divenuto vescovo della città di Padova, si dedicò con molto zelo alla costruzione dell'elaborato giardino di Valsanzibio e collaborò anche con il noto architetto Pontificio Luigi Bernini per fare in modo che il giardino della villa divenisse una vera e propria opera d'arte, simbolo di bellezza, perfezione e redenzione. Il “Portale di Diana” costituisce l'entrata principale via acqua alla villa ed è simbolo di un percorso di Salvificazione che conduce di fronte alla villa. Si ricorda che essa era un tempo raggiungibile tramite dei canali anche da Venezia. Il giardino, realizzato tra il 1665 e il 1696, è di impronta tipicamente barocca e contiene al suo interno ben 70 statue, scolpite in gran parte dello scultore Merengo, fontane, scherzi d'acqua, altre sculture minori, sentieri e laghetti. All'interno troviamo anche l'incantevole labirinto di bossi secolari, assieme al Monumento al Tempo: altri grandi esempi di percorsi di Redenzione terrena. Il giardino contiene circa 800 tipologie di piante differenti, ha vinto il primo premio nell'anno 2003 per “Il più bel giardino d'Italia” ed è stato recentemente insignito del premio internazionale con il titolo di "Il più Bel Giardino d’Europa“. www.valsanzibiogiardino.com/it/
Indirizzo